Tag: <span>terapia innovativa</span>

Cos’è EMDR: la terapia di desensibilizzazione e rielaborazione attraverso i movimenti oculari

Cos’è EMDR: un’introduzione

Prima del video esplicativo, ci tengo a darvi una infarinatura generale su cos’è l’EMDR e cosa fa nel cervello.

L’EMDR (Eye Movement Desensitization and Reprocessing), ovvero la terapia di desensibilizzazione e rielaborazione attraverso i movimenti oculari, è un metodo psicoterapeutico utilizzato per trattare le condizioni di disagio emotivo e stress legate a eventi traumatici, come aggressioni, incidenti stradali, furti, lutti, calamità naturali e eventi disturbanti nell’infanzia. Questa terapia è stata scoperta dalla ricercatrice americana Francine Shapiro nel 1989.

L’EMDR si basa sulla fisiologia cerebrale e utilizza il processo che avviene naturalmente durante i sogni o il sonno REM (Rapid Eye Movement). Durante la terapia, il paziente rivive vari elementi del ricordo traumatico o di altri ricordi, mentre il terapeuta facilita il processo attraverso movimenti oculari alternati o altre stimolazioni bilaterali.

L’obiettivo è far rielaborare il ricordo traumatico in maniera adeguata, riducendo la sintomatologia associata.

Il numero di sedute necessarie varia in base al paziente e alla gravità del trauma. In alcuni casi, i traumi singoli possono andare in remissione dopo 3-6 sedute, mentre per i traumi multipli o i lutti non elaborati potrebbero essere necessarie 12 sedute o più.

La terapia EMDR è anche stata riconosciuta dall’Organizzazione Mondiale della Sanità dal 2013 come un metodo efficace per il trattamento dei disturbi post-traumatici da stress.

Ma ora andiamo a vedere con il video qui presente cos’è l’EMDR!

Per seguire il video in italiano si prega di impostare Opzioni > Sottotitoli > Automatici > Traduci in Italiano

Cos’è l’EMDR: La Terapia di Desensibilizzazione e Rielaborazione Attraverso i Movimenti Oculari per il Trattamento del Trauma

Le immagini dei momenti traumatici possono restare impresse nella mente di una persona per anni, causando il disturbo da stress post-traumatico (PTSD). Questo disturbo può manifestarsi subito dopo l’evento traumatico o dopo un po’ di tempo, ma in entrambi i casi le memorie dolorose possono diventare un problema nella vita quotidiana.

Fortunatamente, il PTSD può essere trattato efficacemente con diverse terapie, tra cui la terapia di desensibilizzazione e rielaborazione attraverso il movimento degli occhi (EMDR).

Durante la terapia EMDR, un terapeuta esperto lavora con il paziente per raggiungere gli obiettivi stabiliti insieme, utilizzando esercizi di rilassamento e respirazione per mantenere una sessione confortevole e rilassata. Durante la terapia, il paziente racconta le memorie più difficili, mentre guarda qualcosa di fronte a sé, come luci in movimento o la punta di una matita agitata avanti e indietro.

Questo movimento oculare ripetitivo può essere distraente o calmante, e raccontando la storia diventa più facile. Successivamente, i sentimenti legati alle memorie traumatiche possono cambiare, e i pazienti imparano a pensare a sé stessi in modo diverso rispetto alle loro memorie.

Punti significativi del video

  • Il disturbo da stress post-traumatico (PTSD) può essere trattato con successo.
  • La terapia di desensibilizzazione e rielaborazione attraverso il movimento degli occhi (EMDR) è una terapia efficace per il PTSD.
  • Durante la terapia EMDR, i pazienti imparano a gestire le loro memorie traumatiche e a pensare a sé stessi in modo diverso.

Cos’è il disturbo da stress post-traumatico (PTSD)

Il disturbo da stress post-traumatico (PTSD) è una condizione che può verificarsi dopo che una persona ha vissuto un evento traumatico. In alcuni casi, i sintomi del PTSD possono manifestarsi immediatamente dopo l’evento, mentre in altri può passare del tempo prima che i sintomi diventino evidenti.

Il PTSD può causare problemi nella vita di una persona, poiché i ricordi dolorosi dell’evento traumatico possono diventare invadenti e influenzare il comportamento e le emozioni quotidiane. Tuttavia, il PTSD è una condizione che può essere trattata con successo.

Esistono diverse terapie che possono aiutare a trattare il PTSD, tra cui la desensibilizzazione e il rielaborazione attraverso il movimento degli occhi (EMDR). Questa terapia è stata dimostrata essere efficace più spesso rispetto ad altre terapie.

Durante la terapia EMDR, un terapeuta qualificato lavora con una persona per raggiungere gli obiettivi che hanno stabilito insieme. La persona può imparare esercizi di rilassamento e respirazione per aiutarli a gestire lo stress e l’ansia durante le sessioni.

La persona racconta poi le storie dei ricordi traumatici mentre guarda qualcosa di fronte a loro, come luci in movimento o la punta di una matita che viene agitata avanti e indietro. Questo movimento ripetitivo degli occhi può essere calmante e distrarre la persona mentre racconta la loro storia.

Durante la terapia, i sentimenti associati ai ricordi traumatici possono cambiare e la persona può cominciare a pensare a se stessa in modo diverso rispetto ai loro ricordi. Questo può portare a una riduzione dei sintomi del PTSD e alla capacità di vivere la vita desiderata.

Trattamenti per il PTSD

Il disturbo da stress post-traumatico o PTSD è una condizione che può essere trattata. Esistono diverse terapie che possono aiutare a gestire i sintomi del PTSD.

Una terapia che ha dimostrato di essere efficace è la desensibilizzazione e rielaborazione attraverso il movimento degli occhi (EMDR).

Desensibilizzazione

Durante la terapia EMDR, un terapeuta esperto lavora con la persona per mantenere le sessioni confortevoli e rilassanti, ma anche per raggiungere gli obiettivi che hanno stabilito insieme. Gli esercizi di rilassamento e respirazione possono essere insegnati all’inizio delle sessioni in modo che possano essere utilizzati in seguito. Le persone poi parlano dei ricordi che sono stati più difficili per loro.

Mentre raccontano le storie del loro trauma, guardano anche qualcosa di fronte a loro, come luci in movimento o la punta di una matita che viene agitata avanti e indietro. Il movimento ripetitivo degli occhi può essere distratto o calmante, e raccontare la storia diventa più facile. Questo è il processo di desensibilizzazione.

Rielaborazione

Successivamente, i sentimenti che accompagnano i ricordi di momenti terribili o anni di momenti traumatici possono cambiare. Questi sentimenti si modificano durante le terapie e la percezione che le persone hanno di se stesse rispetto ai loro ricordi può essere drasticamente diversa dopo l’EMDR. I ricordi iniziano ad avere molto meno potere di prima del trattamento. Questo è il processo di rielaborazione.

In generale, la terapia EMDR non richiede molto tempo e può aiutare le persone con PTSD a diventare completamente presenti e vivere le loro vite come intendono.

Cos’è l’EMDR: Terapia di desensibilizzazione e rielaborazione attraverso il movimento degli occhi

Come funziona l’EMDR

Cos’è l’EMDR? L’EMDR è una terapia basata sull’evidenza che aiuta le persone a superare i sintomi del disturbo da stress post-traumatico (PTSD). Per un approfondimento si legga questo articolo su come funziona la tecnica EMDR.

Durante le sedute, un terapeuta addestrato lavora con il paziente per raggiungere gli obiettivi che hanno stabilito insieme. L’EMDR utilizza il movimento degli occhi per aiutare il paziente a desensibilizzarsi e rielaborare i ricordi traumatici.

Cosa succede durante una seduta EMDR

Durante una seduta di EMDR, il terapeuta insegna al paziente esercizi di rilassamento e respirazione per aiutarlo a stare tranquillo e rilassato. Il paziente poi parla dei ricordi che gli sono stati più difficili, mentre guarda qualcosa di fronte a lui, come luci in movimento o la punta di una matita che viene agitata avanti e indietro. Il movimento ripetitivo degli occhi può essere distratto o calmante e raccontare la storia diventa più facile. Durante la terapia, i sentimenti che accompagnano i ricordi traumatici possono cambiare, e le persone possono iniziare a pensare a se stesse in modo diverso rispetto ai loro ricordi.

Quanto dura l’EMDR

La buona notizia è che l’EMDR di solito non richiede molto tempo. Molte persone notano un miglioramento significativo dopo solo poche sedute. Tuttavia, il numero di sedute necessarie può variare a seconda della gravità del PTSD e delle esigenze del paziente.

Effetti dell’EMDR

L’EMDR è un trattamento efficace per il PTSD. Aiuta le persone a desensibilizzarsi e rielaborare i ricordi traumatici, in modo che questi ricordi abbiano meno potere sulla loro vita. Dopo la terapia, le persone con PTSD possono diventare completamente presenti e vivere le loro vite come intendevano. L’EMDR è una delle poche terapie che funzionano bene per il PTSD ed è stata dimostrata essere efficace più spesso rispetto ad altre terapie.

Conclusioni de Cos’è l’EMDR

Abbiamo visto cos’è l’EMDR e ascoltato cosa produce nei ricordi traumatici del paziente.

Durante l’EMDR, un terapista esperto lavora con una persona per raggiungere gli obiettivi che hanno stabilito insieme. La terapia è progettata per essere confortevole e rilassante, con esercizi di respirazione e di rilassamento insegnati all’inizio delle sessioni. Successivamente, la persona parla delle memorie che sono state più difficili per loro, mentre guardano qualcosa davanti a loro, come luci in movimento o la punta di una matita che viene agitata avanti e indietro. Il movimento ripetitivo degli occhi può essere distrattivo o calmante e raccontare la storia diventa più facile.

La desensibilizzazione e la rielaborazione delle memorie traumatiche

La desensibilizzazione e la rielaborazione delle memorie traumatiche possono cambiare i sentimenti che le persone provano nei confronti delle loro memorie, così come la loro percezione di sé stessi in relazione a quelle memorie. In seguito all’EMDR, i ricordi iniziano ad avere molto meno potere di prima e le persone con PTSD possono diventare completamente presenti e vivere le loro vite come intendono.

In sintesi, l’EMDR è un’opzione terapeutica efficace per le persone con PTSD. La terapia è progettata per essere confortevole e rilassante, con esercizi di respirazione e di rilassamento insegnati all’inizio delle sessioni. Le persone che soffrono di PTSD possono diventare completamente presenti e vivere le loro vite come intendono.

EMDR cos’è: la terapia per il trattamento del trauma

Cos’è l’EMDR? Un’Introduzione alla Terapia Innovativa

L‘EMDR cos’è? E’ una terapia innovativa che ha dimostrato di essere efficace nel trattamento di vari disturbi psicologici, tra cui il disturbo da stress post-traumatico. Ma cos’è esattamente l’EMDr? In breve, si tratta di una terapia che utilizza il movimento degli occhi per aiutare il paziente a elaborare i traumi emotivi.

La storia dell’EMDR risale agli anni ’80, quando un psicologa americana che notò che il movimento degli occhi sembrava avere un effetto calmante sui suoi pensieri ansiosi. Da qui, ha sviluppato la terapia EMDR e ha iniziato a testarla sui pazienti. Nel corso degli anni, la terapia ha guadagnato sempre più popolarità e oggi è utilizzata in tutto il mondo.

La teoria alla base dell’EMDR è che i traumi emotivi non elaborati possono essere la causa di disturbi psicologici come l’ansia, la depressione e il PTSD. L’EMDR aiuta il paziente a elaborare questi traumi, consentendo loro di superarli e di vivere una vita più sana e felice.

La terapia è stata ampiamente studiata e ha dimostrato di essere altamente efficace.

EMDR: Definizione e Storia

EMDR (Eye Movement Desensitization and Reprocessing) è una terapia psicologica sviluppata da Francine Shapiro negli anni ’80. Questo approccio si concentra sulle esperienze traumatiche che possono influenzare la vita di una persona, causando una serie di sintomi psicologici e fisici.

Questi traumi possono essere di varia natura, come ad esempio abusi sessuali, violenze, incidenti, lutti, ecc. L’EMDR si basa sulla ripetizione di movimenti oculari, che aiutano la persona a rielaborare l’evento traumatico, riducendo l’intensità dell’emozione e dei sintomi associati.

L’EMDR è stato originariamente sviluppato per il trattamento del PTSD (Post Traumatic Stress Disorder), ma è stato successivamente utilizzato anche per altre patologie, come ad esempio la depressione, l’ansia, le fobie e i disturbi alimentari.

E’ importante sottolineare che l’EMDR non è la soluzione a tutti i problemi psicologici e che ogni persona ha bisogno di un approccio personalizzato e adattato alle proprie esigenze.

EMDR cos’è: Teoria e Approccio Terapeutico

L’Eye Movement Desensitization and Reprocessing (EMDR) è una terapia integrata che mira a ridurre i sintomi del disturbo post-traumatico da stress (PTSD) e dell’ansia attraverso la rielaborazione dei ricordi traumatici.

Secondo la teoria dell’EMDR, i sintomi del PTSD e dell’ansia sono il risultato di un blocco nell’elaborazione delle informazioni adattive. Questo blocco impedisce al cervello di elaborare completamente i ricordi traumatici, che continuano a causare sintomi negativi come pensieri intrusivi, emozioni intense e reazioni fisiche.

L’EMDR cerca di sbloccare questo processo di elaborazione adattiva attraverso una serie di tecniche, tra cui l’induzione di movimenti oculari, la stimolazione uditiva o tattile e la ristrutturazione cognitiva.

L’approccio terapeutico dell’EMDR si basa sulla teoria dell’Adaptive Information Processing (AIP), che suggerisce che il nostro cervello ha una capacità innata di elaborare e integrare le esperienze traumatiche in modo adattivo. L’EMDR mira a facilitare questo processo di elaborazione adattiva, aiutando il paziente a rielaborare i ricordi traumatici in modo più completo e adattivo.

EMDR cos’è: Protocollo e Seduta

Molti pazienti chiedono cosa sia questa tecnica e come si svolga: “Dottoressa l’ EMDR cos’è ?”

Il protocollo EMDR è una procedura strutturata che si basa sulla stimolazione alternata dei due emisferi cerebrali, attraverso la ripetizione bilaterale di stimoli sensoriali, come i movimenti oculari laterali. Questo metodo aiuta a ridurre l’intensità degli eventi traumatici e a favorirne l’elaborazione emotiva.

Una seduta di EMDR inizia con una valutazione del paziente, per comprendere il problema e identificare l’evento traumatico da trattare. Il terapeuta guida il paziente attraverso il protocollo EMDR, che prevede otto fasi:

  1. Identificazione del bersaglio: il paziente individua l’evento traumatico da affrontare.
  2. Preparazione: il terapeuta insegna al paziente tecniche di rilassamento e di coping per gestire lo stress durante il trattamento.
  3. Valutazione: il paziente valuta soggettivamente l’intensità dell’evento traumatico.
  4. Desensibilizzazione: il terapeuta guida il paziente attraverso la ripetizione bilaterale degli stimoli sensoriali, per ridurre l’intensità dell’evento traumatico.
  5. Installazione: il paziente sostituisce le credenze negative relative all’evento traumatico con credenze positive.
  6. Scansione del corpo: il paziente verifica le eventuali sensazioni fisiche associate all’evento traumatico.
  7. Chiusura: il terapeuta aiuta il paziente a ritornare ad uno stato di calma e di equilibrio emotivo.
  8. Valutazione: il paziente valuta soggettivamente l’efficacia del trattamento.

Il numero di sedute necessarie dipende dalla gravità del disturbo e dalla risposta individuale del paziente.

EMDR cos’è: Applicazioni e Utilizzi

L’EMDR è stato sviluppato originariamente per il trattamento del disturbo post-traumatico da stress (PTSD), ma è stato utilizzato anche per altre problematiche, come incidenti, abusi, lutti, fobie e disturbi alimentari.

  • Gli studi hanno dimostrato che l’EMDR è efficace per il trattamento del PTSD, con una percentuale di successo del 77-90%. Inoltre, l’EMDR è stato utilizzato con successo per il trattamento di altri disturbi, come i disturbi d’ansia, depressione e dipendenze.
  • L’EMDR è stato utilizzato anche per il trattamento di incidenti e abusi. In questi casi, l’EMDR può aiutare a ridurre la paura e l’ansia associate all’evento traumatico. Inoltre, l’EMDR può essere utilizzato per il trattamento dei lutti, aiutando a ridurre la tristezza e la depressione associate alla perdita di una persona cara.
  • L’EMDR può anche essere utilizzato per il trattamento delle fobie. In questo caso, l’EMDR può aiutare a ridurre la paura associata alla situazione temuta. Inoltre, l’EMDR può essere utilizzato per il trattamento dei disturbi alimentari, come l’anoressia e la bulimia.

In sintesi, l’EMDR è un approccio terapeutico efficace per il trattamento di una vasta gamma di problematiche, tra cui il PTSD, gli incidenti, gli abusi, i lutti, le fobie e i disturbi alimentari. L’EMDR può aiutare a ridurre la paura, l’ansia, la tristezza e la depressione associate a queste problematiche.

EMDR: Efficacia e Risultati

Numerosi studi clinici hanno dimostrato l’efficacia dell’EMDR nel trattamento del PTSD, con una riduzione significativa dei sintomi tra i pazienti trattati. In uno studio, ad esempio, il 77% dei pazienti con PTSD ha mostrato una riduzione dei sintomi dopo solo 12 sedute di EMDR.

  • L’EMDR è anche stato utilizzato con successo nel trattamento della depressione e dell’ansia. In uno studio, il 90% dei pazienti con depressione ha mostrato una significativa riduzione dei sintomi dopo solo 8 sedute di EMDr. Allo stesso modo, l’EMDr ha dimostrato di essere efficace nel trattamento dell’ansia, con una riduzione significativa dei sintomi tra i pazienti trattati.
  • Inoltre, l’EMDR può essere utilizzato nel trattamento dei disturbi alimentari, come la bulimia nervosa e l’anoressia nervosa. In uno studio, il 90% dei pazienti con bulimia nervosa ha mostrato una significativa riduzione dei sintomi dopo solo 8 sedute di EMDR.
  • Infine, l’EMDr può anche essere utile nel trattamento dei flashback, che sono ricordi traumatici che si ripresentano come esperienze sensoriali. L’EMDr può aiutare i pazienti a elaborare questi ricordi traumatici in modo da ridurre la loro intensità e la loro frequenza.

In sintesi, l’EMDR è un trattamento terapeutico efficace che può essere utilizzato in una varietà di disturbi psicologici, tra cui il PTSD, la depressione, l’ansia, i disturbi alimentari e i flashback. Gli studi clinici hanno dimostrato la sua efficacia nel trattamento di questi disturbi, e può essere considerato come una valida opzione terapeutica per i pazienti che soffrono di questi disturbi.

EMDR: Terapeuti e Associazioni

L’EMDR (Eye Movement Desensitization and Reprocessing) è una terapia innovativa che richiede una formazione specifica per i terapeuti che vogliono praticarla. I terapeuti EMDR sono professionisti della salute mentale che hanno completato un corso di formazione approvato dall’Associazione EMDR Italia o dallInternational Society for Traumatic Stress Studies (ISTSS).

L’Associazione EMDR Italia, fondata nel 1999, è l’organizzazione di riferimento per i terapeuti EMDR in Italia. L’associazione si occupa di promuovere la ricerca e lo sviluppo della terapia EMDR, di garantire la qualità della formazione dei terapeuti e di fornire supporto ai membri. Inoltre, l’Associazione EMDR Italia organizza conferenze, seminari e workshop per i terapeuti EMDR e fornisce informazioni sulle ultime ricerche e sviluppi nella terapia EMDR.

L’American Psychological Association (APA) e l’International Society for Traumatic Stress Studies (ISTSS) hanno riconosciuto l’EMDR come una terapia efficace per il trattamento del disturbo da stress post-traumatico (PTSD). L’APA ha anche inserito l’EMDR nella lista delle terapie raccomandate per il trattamento del PTSD.

I terapeuti EMDR italiano più qualificati hanno svolto una formazione supplementare chiamata EMDR Practitioner che prevede supervisioni e discussione di casi clinici con i supervisori. Per questo sono in grado di affrontare situazioni cliniche anche gravi come i Traumi complessi. In questo senso la drssa Beatrice Dugandzija EMDR practitioner rappresenta un valido punto di riferimento per la cura EMDR a Milano. Utilizzando una serie di protocolli standardizzati per il trattamento di una vasta gamma di disturbi, tra cui il PTSD, il disturbo ossessivo-compulsivo (OCD), la depressione, l’ansia e le fobie la dottoressa può aiutare una vasta gamma di pazienti a Milano.

EMDR cos’è: Riconoscimenti internazionali

Per garantire la qualità e l’efficacia del trattamento, è importante che la terapia EMDR sia standardizzata e svolta da professionisti adeguatamente formati.

In Italia, la standardizzazione della terapia EMDR è stata promossa dall’Associazione Italiana di EMDR che ha sviluppato linee guida per la formazione degli psicologi e medici che intendono utilizzare questa terapia. Inoltre, l’Associazione ha avviato un processo di accreditamento dei professionisti che hanno completato la formazione e che rispettano gli standard di qualità stabiliti dall’associazione. In questo senso EMDRMilano.it garantisce il massimo della qualità e della professionalità dei propri terapeuti EMDR tutti formatisi presso i corsi e trainig della Associazione Italiana EMDR.

Le istituzioni italiane che si occupano di salute mentale, come il Ministero della Salute e le Università, riconoscono l’importanza della terapia EMDR e la includono nei loro programmi di formazione. Inoltre, l’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) e l’American Psychiatric Association (APA) hanno incluso la terapia EMDR tra le opzioni di trattamento raccomandate per il disturbo da stress post-traumatico (PTSD).

Anche negli Stati Uniti, la terapia EMDR è stata riconosciuta come un trattamento efficace per il PTSD dalla Substance Abuse and Mental Health Services Administration (SAMHSA) e dal Department of Defense (DOD).

Domande Frequenti

In cosa consiste la terapia EMDR?

L’EMDR (Desensibilizzazione e Rielaborazione attraverso i Movimenti Occhi) è una terapia che si concentra sulla rielaborazione di eventi traumatici attraverso la stimolazione bilaterale del cervello, come i movimenti degli occhi, i suoni o i tocchi. L’obiettivo è di aiutare il paziente a elaborare e superare i traumi, riducendo i sintomi come l’ansia e il panico.

Quali sono i pro e i contro dell’EMDR?

Gli studi hanno dimostrato che l’EMDR può essere efficace nel trattamento di disturbi da stress post-traumatico, ansia, depressione e altri disturbi psicologici. Tuttavia, ci sono anche alcune critiche riguardo alla mancanza di evidenze scientifiche su come funziona l’EMDR e sulla sua efficacia rispetto ad altre terapie.

Come ci si sente dopo una seduta di EMDR?

Dopo una seduta di EMDR, il paziente potrebbe sentirsi stanco o emotivamente esausto, ma anche più rilassato e meno ansioso. Alcuni pazienti possono sperimentare un aumento temporaneo dei sintomi prima di vedere un miglioramento.

Quando si usa l’EMDR?

L’EMDR viene utilizzato principalmente per il trattamento di disturbi da stress post-traumatico, ma può anche essere utilizzato per trattare altri disturbi psicologici come l’ansia, la depressione e il dolore cronico.

Chi può fare l’EMDR?

L’EMDR può essere utilizzato da psicologi e psicoterapeuti che hanno completato una formazione specifica in questa terapia. È importante scegliere un terapeuta esperto e qualificato per garantire la sicurezza e l’efficacia del trattamento.

Quanto costa una seduta di EMDR?

Il costo di una seduta di EMDR può variare a seconda della zona geografica e del professionista scelto. Tuttavia, in genere le sedute di EMDR hanno un costo simile a quello di altre terapie psicologiche.

Internet e Videogiochi tra i giovani

Uso Problematico di Internet e dei Videogiochi tra i Giovani: Una Sfida Moderna

Un'analisi sull'uso problematico dei videogiochi tra i giovani, esplorando le cause, le conseguenze e gli interventi possibili …

Trauma e deficit dell'attenzione

Trauma e Deficit dell’Attenzione e Iperattività (ADHD): Sfide Diagnostiche e Approcci Integrati

Scopri le somiglianze tra sintomi da trauma e ADHD, quali difficoltà di concentrazione, regolazione emotiva e iperattività. …

Dissociazione e Disturbi Dissociativi nella Depressione: la Depressione Dissociativa

Depressione Dissociativa e Dissociazione: i Disturbi Dissociativi nella Depressione

Scopri la depressione dissociativa: come i traumi possono causare sintomi dissociativi e alterare la nostra percezione della …