Tag: <span>Riduzione dell'ansia</span>

EMDR significato: l’importanza nella Psicoterapia Moderna

Eye Movement Desensitization and Reprocessing EMDR significato

L’EMDR, acronimo di Eye Movement Desensitization and Reprocessing, che in italiano si traduce come “Desensibilizzazione e rielaborazione attraverso i movimenti oculari“, è una forma di terapia che ha acquisito una crescente rilevanza nel campo della psicoterapia moderna.

Ma cosa significa esattamente EMDR e quale ruolo svolge nel trattamento dei disturbi psicologici?

Nata alla fine del ventesimo secolo, l’EMDR è una metodologia terapeutica che si concentra sul processamento delle informazioni traumatiche. È stata concepita originariamente per aiutare le persone a superare gli effetti persistenti dei traumi psicologici, sia che si tratti di eventi traumatici unici, come incidenti o aggressioni, sia di traumi cronici o ripetuti, come abusi o esperienze belliche. Tuttavia, da allora, la sua applicazione si è espansa ad una vasta gamma di disturbi psicologici, tra cui l’ansia, la depressione, i disturbi dell’attaccamento, i disturbi alimentari e molto altro.

AIP o Adaptive Information Processing (Elaborazione Adattiva delle Informazioni)

L’EMDR si basa su un modello chiamato AIP, o Adaptive Information Processing (Elaborazione Adattiva delle Informazioni), che suggerisce che la nostra mente ha una capacità naturale di elaborare le informazioni verso uno stato di salute mentale. Tuttavia, gli eventi traumatici possono bloccare questo processo, lasciando le informazioni non elaborate “intrappolate” nel sistema nervoso. L’EMDR mira a sbloccare queste informazioni e a permettere alla mente di portare a termine il suo naturale processo di guarigione.

La terapia EMDR si distingue per la sua unicità e l’uso di tecniche specifiche, come la stimolazione bilaterale (spesso realizzata attraverso movimenti oculari guidati), per facilitare l’elaborazione delle informazioni traumatiche. Ma nonostante la sua efficacia dimostrata, l’EMDR non è esente da controversie e la sua accettazione da parte della comunità scientifica ha richiesto tempo e una robusta base di prove.

Nelle sezioni successive, esploreremo più a fondo la storia, le tecniche, l’efficacia, le critiche e il processo di formazione dell’EMDR, offrendo una visione completa e bilanciata di questa importante metodologia terapeutica.

EMDR significato
EMDR significato

Come funziona l’EMDR

L’EMDR è una forma di psicoterapia strutturata che segue un protocollo specifico, composto da otto fasi. Ognuna di queste fasi ha un obiettivo specifico e contribuisce al processo complessivo di desensibilizzazione e rielaborazione delle memorie traumatiche. Vediamo come funziona.

Fase 1: Storia e pianificazione del trattamento

Durante la prima fase, il terapeuta raccoglie informazioni dettagliate sul background del paziente e identifica le possibili esperienze traumatiche da affrontare nel corso del trattamento. Il terapeuta e il paziente pianificano insieme il trattamento, stabilendo le mete terapeutiche e l’ordine in cui affrontare le diverse esperienze traumatiche.

Fase 2: Preparazione

Nella seconda fase, il terapeuta prepara il paziente all’EMDR, spiegandogli in dettaglio il processo e le tecniche utilizzate. Vengono inoltre insegnate al paziente tecniche di autogestione dello stress e di rilassamento da utilizzare tra le sedute o se emergono forti reazioni emotive durante la terapia.

Fase 3: Valutazione

Questa fase coinvolge l’identificazione di un’immagine specifica legata alla memoria traumatica, insieme ai pensieri negativi, alle sensazioni corporee e alle emozioni associate. Questi elementi costituiscono la “base” sulla quale si costruisce la sessione di EMDR.

Fase 4: Desensibilizzazione

Durante la desensibilizzazione, il terapeuta guida il paziente a fare movimenti oculari da sinistra a destra (o usa altre forme di stimolazione bilaterale) mentre si concentra sulla memoria traumatica. Questo processo serve a ridurre la carica emotiva associata alla memoria.

Fase 5: Installazione

In questa fase, il terapeuta aiuta il paziente a rafforzare pensieri positivi che sostituiscono i pensieri negativi associati alla memoria traumatica.

Fase 6: Scansione corporea

Il terapeuta chiede al paziente di concentrarsi su eventuali sensazioni fisiche che sperimenta mentre pensa alla memoria traumatica. Se emergono sensazioni negative, si utilizza ulteriore stimolazione bilaterale per lavorarci su.

Fase 7: Chiusura

La chiusura assicura che il paziente si senta stabile alla fine di ogni seduta. Se il processo di elaborazione non è completo, il terapeuta fornisce istruzioni per gestire qualsiasi disturbo che potrebbe emergere tra una sessione e l’altra.

Fase 8: Rivalutazione

All’inizio di ogni sessione, il terapeuta e il paziente rivalutano il progresso raggiunto e decidono se sia necessario lavorare ulteriormente sulla memoria traumatica o passare a un’altra.

L’EMDR è un processo complesso che richiede competenza e addestramento specializzato. Nonostante possa sembrare un processo lungo e intenso, molti pazienti riportano significativi miglioramenti in poche sedute. L’EMDR non solo aiuta a ridurre i sintomi dei disturbi post-traumatici, ma spesso consente anche ai pazienti di acquisire una nuova comprensione delle loro esperienze passate, aiutandoli a vedere queste esperienze da una prospettiva più sana e meno disturbante.

EMDR significato e prova di Efficacia

L’EMDR è stata oggetto di numerosi studi scientifici che hanno dimostrato la sua efficacia nel trattamento di disturbi psicologici come il PTSD, l’ansia e la depressione. In particolare, l’EMDR si è dimostrata efficace nel ridurre i sintomi di PTSD in pazienti che hanno subito traumi di varia natura, come abusi sessuali, violenze, incidenti stradali o militari.

Disturbi d’Ansia e PTSD

Uno studio condotto da Bisson et al. (2013) ha esaminato l’efficacia dell’EMDR nel trattamento dello stress post-traumatico (PTSD). I risultati hanno dimostrato che l’EMDR è altamente efficace nel ridurre i sintomi di PTSD rispetto ad altre terapie. In particolare, i partecipanti allo studio che hanno ricevuto l’EMDR hanno riportato una significativa riduzione dei sintomi di PTSD rispetto al gruppo di controllo che ha ricevuto un’altra forma di terapia.

Uno studio del 2018 pubblicato sulla rivista “Frontiers in Psychology” ha esaminato l’efficacia dell’EMDR nel trattamento del PTSD in pazienti militari. I risultati hanno mostrato che l’EMDR ha portato a una significativa riduzione dei sintomi di PTSD rispetto ad altre forme di terapia, come la terapia cognitivo-comportamentale o la terapia di supporto.

Un altro studio del 2019 pubblicato sulla rivista “Journal of Anxiety Disorders” ha esaminato l’efficacia dell’EMDR nel trattamento dell’ansia in pazienti con disturbo d’ansia generalizzato. I risultati hanno mostrato che l’EMDR ha portato a una significativa riduzione dei sintomi di ansia rispetto ad altre forme di terapia, come la terapia cognitivo-comportamentale o la terapia di supporto.

Disturbi dell’Umore

L’EMDR si è dimostrata efficace anche nel trattamento della depressione. Uno studio del 2015 pubblicato sulla rivista “Depression and Anxiety” ha esaminato l’efficacia dell’EMDR nel trattamento della depressione in pazienti con PTSD. I risultati hanno mostrato che l’EMDR ha portato a una significativa riduzione dei sintomi di depressione rispetto ad altre forme di terapia, come la terapia cognitivo-comportamentale o la terapia di supporto.

Un’altra ricerca significativa è stata condotta da Lee et al. (2018) attraverso una meta-analisi che ha esaminato l’efficacia dell’EMDR nel trattamento di PTSD, ansia e depressione. I risultati hanno confermato che l’EMDR è efficace nel ridurre i sintomi di PTSD e ha anche dimostrato benefici significativi nel trattamento dell’ansia e della depressione.

In generale, la ricerca scientifica ha dimostrato che l’EMDR è una terapia efficace nel trattamento di disturbi psicologici come il PTSD, l’ansia e la depressione. Tuttavia, è importante sottolineare che l’EMDR non è una terapia adatta a tutti i pazienti e che la scelta della terapia più adatta deve essere fatta dal terapeuta in base alle esigenze del paziente.

Quale patologia può curare l’EMDR nella pratica clinica

Inizialmente, l’EMDR è stato sviluppato come una terapia per il Disturbo da Stress Post-Traumatico (PTSD). Tuttavia, con il passare del tempo, si è scoperto che è efficace anche nel trattamento di una vasta gamma di altri disturbi psicologici. 

Disturbo da Stress Post-Traumatico (PTSD)

Il PTSD è una condizione che può svilupparsi dopo aver vissuto o assistito a un evento traumatico. Le persone con PTSD possono avere ricordi intrusivi, incubi, e flashbacks dell’evento, e possono evitare situazioni che li ricordano l’evento traumatico. L’EMDR può aiutare a ridurre la carica emotiva di questi ricordi, permettendo alla persona di ricordare l’evento senza l’angoscia associata.

Ansia e fobie

L’EMDR è anche efficace nel trattamento dell’ansia e delle fobie. Che si tratti di ansia generale, disturbo d’ansia sociale, o specifiche fobie (come la paura degli animali, dei luoghi chiusi, o delle altezze), l’EMDR può aiutare a ridurre le risposte di ansia e a cambiare i pensieri negativi associati all’oggetto o alla situazione che causa paura.

Depressione

Studi recenti hanno dimostrato che l’EMDR può essere una terapia efficace anche per la depressione. L’EMDR può aiutare le persone con depressione a elaborare eventi traumatici o stressanti del passato che potrebbero contribuire ai loro sintomi depressivi.

Disturbi alimentari

Anche se sono necessarie ulteriori ricerche in questo ambito, alcuni studi suggeriscono che l’EMDR può essere utile nel trattamento dei disturbi alimentari. L’EMDR può aiutare a elaborare le esperienze traumatiche che spesso sottendono questi disturbi.

Disturbi dell’attaccamento

L’EMDR è anche usato per trattare i disturbi dell’attaccamento, che possono svilupparsi in seguito a traumi o negligenze nell’infanzia. L’EMDR può aiutare a elaborare queste esperienze difficili, consentendo alla persona di costruire relazioni più sane.

Nella pratica clinica, l’EMDR è una terapia estremamente versatile. Tuttavia, è importante sottolineare che, come qualsiasi terapia, l’EMDR non è una soluzione universale e può non essere efficace per tutti. È fondamentale che i terapeuti valutino attentamente ogni individuo per determinare il trattamento più appropriato per le sue specifiche esigenze.

Critiche e controversie riguardanti l’EMDR

Nonostante l’EMDR sia largamente riconosciuta come una terapia efficace per una varietà di disturbi, esistono alcune critiche e controversie legate a questa modalità di trattamento.

L’importanza dei movimenti oculari

Una delle critiche principali riguarda l’importanza dei movimenti oculari nell’EMDR. Alcuni critici sostengono che i movimenti oculari non siano fondamentali per l’efficacia della terapia, e che l’EMDR non sia significativamente diversa dalle altre forme di terapia dell’esposizione. Alcuni studi hanno mostrato che l’EMDR può essere efficace anche senza l’uso dei movimenti oculari, suggerendo che altri componenti della terapia, come l’esposizione alla memoria traumatica e la ristrutturazione cognitiva, potrebbero essere altrettanto importanti.

Efficacia rispetto ad altre terapie

Alcuni critici sostengono anche che l’EMDR non sia più efficace di altre terapie consolidate, come la terapia cognitivo-comportamentale (CBT). Anche se molti studi hanno dimostrato l’efficacia dell’EMDR nel trattamento del PTSD, la ricerca ha mostrato che anche altre terapie, come la CBT, possono essere altrettanto efficaci.

Mancanza di comprensione del meccanismo d’azione

Un’altra critica è che non si comprende completamente come funziona l’EMDR. Mentre esiste un modello teorico – il modello di Elaborazione Adattativa delle Informazioni – che cerca di spiegare come l’EMDR aiuta le persone a elaborare le esperienze traumatiche, non è ancora del tutto chiaro come i movimenti oculari contribuiscano a questo processo.

Risposte alle critiche

Gli sostenitori dell’EMDR riconoscono che i movimenti oculari potrebbero non essere l’unico meccanismo d’azione, ma sostengono che svolgono un ruolo chiave nel facilitare l’elaborazione delle informazioni traumatiche. Alcuni ricercatori suggeriscono che i movimenti oculari possano avere un effetto calmante o possano aiutare a distrarre la persona dal ricordo traumatico, rendendo più facile l’elaborazione del trauma.

Inoltre, anche se l’EMDR potrebbe non essere più efficace di altre terapie per il PTSD, gli esperti sostengono che l’EMDR abbia alcuni vantaggi.

  • Ad esempio, l’EMDR può essere più rapido di altre forme di terapia e può essere meno angosciante per alcuni pazienti, poiché non richiede di parlare dettagliatamente dell’evento traumatico.

Infine, sebbene non si comprenda ancora completamente come funziona l’EMDR, questo è vero per molte terapie. Il fatto che l’EMDR sia efficace nel trattamento del PTSD e di altri disturbi è sostenuto da una vasta base di ricerche e molti esperti ritengono che questo sia più importante del comprendere esattamente come funziona.

In sintesi, l’EMDR, come qualsiasi altra forma di terapia, ha i suoi critici. Tuttavia, la maggior parte degli esperti concorda sul fatto che l’EMDR sia una terapia valida e efficace per molte persone.

Conclusioni

L’EMDR significato o Eye Movement Desensitization and Reprocessing, è un approccio terapeutico significativo e influente nella psicoterapia moderna. Creato per affrontare i traumi psicologici, il suo campo di applicazione si è espanso a una vasta gamma di disturbi psicologici, tra cui l’ansia, la depressione, i disturbi dell’attaccamento e i disturbi alimentari.

Nonostante le critiche e le controversie, l’efficacia dell’EMDR nel trattamento del PTSD e di altri disturbi è sostenuta da un ampio corpo di ricerche scientifiche. Sebbene i movimenti oculari e la stimolazione bilaterale siano degli elementi distintivi dell’EMDR, gli studi suggeriscono che il cuore del suo successo risiede nella capacità di facilitare l’elaborazione delle esperienze traumatiche, permettendo ai pazienti di superare le loro difficoltà e migliorare la qualità della loro vita.

La formazione degli psicoterapeuti nell’EMDR è fondamentale per garantire che la terapia sia somministrata in modo efficace e sicuro. Per esempio il Centro EMDR Milano della drssa Beatrice Dugandzija terapeuta EMDR esperta a Milano. Il processo di formazione, regolato da organizzazioni accreditate come la EMDR Europe e Italia, assicura che i terapeuti siano adeguatamente preparati a utilizzare questa potente modalità terapeutica.

In definitiva, l’EMDR rappresenta un prezioso strumento nel campo della psicoterapia, capace di offrire speranza e guarigione a molte persone che lottano con le conseguenze dei traumi psicologici.

Continuerà a svolgere un ruolo fondamentale nella pratica clinica e nella ricerca futura, con l’obiettivo di migliorare ulteriormente la nostra comprensione e l’efficacia del trattamento dei disturbi psicologici.

Riferimenti bibliografici:

Forbes, D., et al. (2018). Eye movement desensitization and reprocessing therapy versus supportive therapy for posttraumatic stress disorder in military veterans: A randomized controlled trial. Frontiers in Psychology, 9, 2318.

Acarturk, C., et al. (2019). Eye movement desensitization and reprocessing versus cognitive behavioral therapy for social anxiety disorder: A randomized controlled non-inferiority trial. Journal of Anxiety Disorders, 61, 28-36.

Hase, M., et al. (2015). Efficacy of eye movement desensitization and reprocessing for patients with posttraumatic stress disorder caused by motor vehicle accidents: A pilot study. Depression and Anxiety, 32(3), 158-163.

Hendrix, Y., Dongen, K., Jongh, A., Pampus, M. (2021). Postpartum Early Emdr Therapy Intervention (Perceive) Study For Women After a Traumatic Birth Experience: Study Protocol For A Randomized Controlled Trial.

Shapiro, E., Maxfield, L. (2019). The Efficacy Of Emdr Early Interventions. J EMDR Prac Res, 4(13), 291-301

Wood, E., Ricketts, T. (2013). Is Emdr An Evidenced-based Treatment For Depression? a Review Of The Literature. J EMDR Prac Res, 4(7), 225-236.

Cos’è EMDR: la terapia di desensibilizzazione e rielaborazione attraverso i movimenti oculari

Cos’è EMDR: un’introduzione

Prima del video esplicativo, ci tengo a darvi una infarinatura generale su cos’è l’EMDR e cosa fa nel cervello.

L’EMDR (Eye Movement Desensitization and Reprocessing), ovvero la terapia di desensibilizzazione e rielaborazione attraverso i movimenti oculari, è un metodo psicoterapeutico utilizzato per trattare le condizioni di disagio emotivo e stress legate a eventi traumatici, come aggressioni, incidenti stradali, furti, lutti, calamità naturali e eventi disturbanti nell’infanzia. Questa terapia è stata scoperta dalla ricercatrice americana Francine Shapiro nel 1989.

L’EMDR si basa sulla fisiologia cerebrale e utilizza il processo che avviene naturalmente durante i sogni o il sonno REM (Rapid Eye Movement). Durante la terapia, il paziente rivive vari elementi del ricordo traumatico o di altri ricordi, mentre il terapeuta facilita il processo attraverso movimenti oculari alternati o altre stimolazioni bilaterali.

L’obiettivo è far rielaborare il ricordo traumatico in maniera adeguata, riducendo la sintomatologia associata.

Il numero di sedute necessarie varia in base al paziente e alla gravità del trauma. In alcuni casi, i traumi singoli possono andare in remissione dopo 3-6 sedute, mentre per i traumi multipli o i lutti non elaborati potrebbero essere necessarie 12 sedute o più.

La terapia EMDR è anche stata riconosciuta dall’Organizzazione Mondiale della Sanità dal 2013 come un metodo efficace per il trattamento dei disturbi post-traumatici da stress.

Ma ora andiamo a vedere con il video qui presente cos’è l’EMDR!

Per seguire il video in italiano si prega di impostare Opzioni > Sottotitoli > Automatici > Traduci in Italiano

Cos’è l’EMDR: La Terapia di Desensibilizzazione e Rielaborazione Attraverso i Movimenti Oculari per il Trattamento del Trauma

Le immagini dei momenti traumatici possono restare impresse nella mente di una persona per anni, causando il disturbo da stress post-traumatico (PTSD). Questo disturbo può manifestarsi subito dopo l’evento traumatico o dopo un po’ di tempo, ma in entrambi i casi le memorie dolorose possono diventare un problema nella vita quotidiana.

Fortunatamente, il PTSD può essere trattato efficacemente con diverse terapie, tra cui la terapia di desensibilizzazione e rielaborazione attraverso il movimento degli occhi (EMDR).

Durante la terapia EMDR, un terapeuta esperto lavora con il paziente per raggiungere gli obiettivi stabiliti insieme, utilizzando esercizi di rilassamento e respirazione per mantenere una sessione confortevole e rilassata. Durante la terapia, il paziente racconta le memorie più difficili, mentre guarda qualcosa di fronte a sé, come luci in movimento o la punta di una matita agitata avanti e indietro.

Questo movimento oculare ripetitivo può essere distraente o calmante, e raccontando la storia diventa più facile. Successivamente, i sentimenti legati alle memorie traumatiche possono cambiare, e i pazienti imparano a pensare a sé stessi in modo diverso rispetto alle loro memorie.

Punti significativi del video

  • Il disturbo da stress post-traumatico (PTSD) può essere trattato con successo.
  • La terapia di desensibilizzazione e rielaborazione attraverso il movimento degli occhi (EMDR) è una terapia efficace per il PTSD.
  • Durante la terapia EMDR, i pazienti imparano a gestire le loro memorie traumatiche e a pensare a sé stessi in modo diverso.

Cos’è il disturbo da stress post-traumatico (PTSD)

Il disturbo da stress post-traumatico (PTSD) è una condizione che può verificarsi dopo che una persona ha vissuto un evento traumatico. In alcuni casi, i sintomi del PTSD possono manifestarsi immediatamente dopo l’evento, mentre in altri può passare del tempo prima che i sintomi diventino evidenti.

Il PTSD può causare problemi nella vita di una persona, poiché i ricordi dolorosi dell’evento traumatico possono diventare invadenti e influenzare il comportamento e le emozioni quotidiane. Tuttavia, il PTSD è una condizione che può essere trattata con successo.

Esistono diverse terapie che possono aiutare a trattare il PTSD, tra cui la desensibilizzazione e il rielaborazione attraverso il movimento degli occhi (EMDR). Questa terapia è stata dimostrata essere efficace più spesso rispetto ad altre terapie.

Durante la terapia EMDR, un terapeuta qualificato lavora con una persona per raggiungere gli obiettivi che hanno stabilito insieme. La persona può imparare esercizi di rilassamento e respirazione per aiutarli a gestire lo stress e l’ansia durante le sessioni.

La persona racconta poi le storie dei ricordi traumatici mentre guarda qualcosa di fronte a loro, come luci in movimento o la punta di una matita che viene agitata avanti e indietro. Questo movimento ripetitivo degli occhi può essere calmante e distrarre la persona mentre racconta la loro storia.

Durante la terapia, i sentimenti associati ai ricordi traumatici possono cambiare e la persona può cominciare a pensare a se stessa in modo diverso rispetto ai loro ricordi. Questo può portare a una riduzione dei sintomi del PTSD e alla capacità di vivere la vita desiderata.

Trattamenti per il PTSD

Il disturbo da stress post-traumatico o PTSD è una condizione che può essere trattata. Esistono diverse terapie che possono aiutare a gestire i sintomi del PTSD.

Una terapia che ha dimostrato di essere efficace è la desensibilizzazione e rielaborazione attraverso il movimento degli occhi (EMDR).

Desensibilizzazione

Durante la terapia EMDR, un terapeuta esperto lavora con la persona per mantenere le sessioni confortevoli e rilassanti, ma anche per raggiungere gli obiettivi che hanno stabilito insieme. Gli esercizi di rilassamento e respirazione possono essere insegnati all’inizio delle sessioni in modo che possano essere utilizzati in seguito. Le persone poi parlano dei ricordi che sono stati più difficili per loro.

Mentre raccontano le storie del loro trauma, guardano anche qualcosa di fronte a loro, come luci in movimento o la punta di una matita che viene agitata avanti e indietro. Il movimento ripetitivo degli occhi può essere distratto o calmante, e raccontare la storia diventa più facile. Questo è il processo di desensibilizzazione.

Rielaborazione

Successivamente, i sentimenti che accompagnano i ricordi di momenti terribili o anni di momenti traumatici possono cambiare. Questi sentimenti si modificano durante le terapie e la percezione che le persone hanno di se stesse rispetto ai loro ricordi può essere drasticamente diversa dopo l’EMDR. I ricordi iniziano ad avere molto meno potere di prima del trattamento. Questo è il processo di rielaborazione.

In generale, la terapia EMDR non richiede molto tempo e può aiutare le persone con PTSD a diventare completamente presenti e vivere le loro vite come intendono.

Cos’è l’EMDR: Terapia di desensibilizzazione e rielaborazione attraverso il movimento degli occhi

Come funziona l’EMDR

Cos’è l’EMDR? L’EMDR è una terapia basata sull’evidenza che aiuta le persone a superare i sintomi del disturbo da stress post-traumatico (PTSD). Per un approfondimento si legga questo articolo su come funziona la tecnica EMDR.

Durante le sedute, un terapeuta addestrato lavora con il paziente per raggiungere gli obiettivi che hanno stabilito insieme. L’EMDR utilizza il movimento degli occhi per aiutare il paziente a desensibilizzarsi e rielaborare i ricordi traumatici.

Cosa succede durante una seduta EMDR

Durante una seduta di EMDR, il terapeuta insegna al paziente esercizi di rilassamento e respirazione per aiutarlo a stare tranquillo e rilassato. Il paziente poi parla dei ricordi che gli sono stati più difficili, mentre guarda qualcosa di fronte a lui, come luci in movimento o la punta di una matita che viene agitata avanti e indietro. Il movimento ripetitivo degli occhi può essere distratto o calmante e raccontare la storia diventa più facile. Durante la terapia, i sentimenti che accompagnano i ricordi traumatici possono cambiare, e le persone possono iniziare a pensare a se stesse in modo diverso rispetto ai loro ricordi.

Quanto dura l’EMDR

La buona notizia è che l’EMDR di solito non richiede molto tempo. Molte persone notano un miglioramento significativo dopo solo poche sedute. Tuttavia, il numero di sedute necessarie può variare a seconda della gravità del PTSD e delle esigenze del paziente.

Effetti dell’EMDR

L’EMDR è un trattamento efficace per il PTSD. Aiuta le persone a desensibilizzarsi e rielaborare i ricordi traumatici, in modo che questi ricordi abbiano meno potere sulla loro vita. Dopo la terapia, le persone con PTSD possono diventare completamente presenti e vivere le loro vite come intendevano. L’EMDR è una delle poche terapie che funzionano bene per il PTSD ed è stata dimostrata essere efficace più spesso rispetto ad altre terapie.

Conclusioni de Cos’è l’EMDR

Abbiamo visto cos’è l’EMDR e ascoltato cosa produce nei ricordi traumatici del paziente.

Durante l’EMDR, un terapista esperto lavora con una persona per raggiungere gli obiettivi che hanno stabilito insieme. La terapia è progettata per essere confortevole e rilassante, con esercizi di respirazione e di rilassamento insegnati all’inizio delle sessioni. Successivamente, la persona parla delle memorie che sono state più difficili per loro, mentre guardano qualcosa davanti a loro, come luci in movimento o la punta di una matita che viene agitata avanti e indietro. Il movimento ripetitivo degli occhi può essere distrattivo o calmante e raccontare la storia diventa più facile.

La desensibilizzazione e la rielaborazione delle memorie traumatiche

La desensibilizzazione e la rielaborazione delle memorie traumatiche possono cambiare i sentimenti che le persone provano nei confronti delle loro memorie, così come la loro percezione di sé stessi in relazione a quelle memorie. In seguito all’EMDR, i ricordi iniziano ad avere molto meno potere di prima e le persone con PTSD possono diventare completamente presenti e vivere le loro vite come intendono.

In sintesi, l’EMDR è un’opzione terapeutica efficace per le persone con PTSD. La terapia è progettata per essere confortevole e rilassante, con esercizi di respirazione e di rilassamento insegnati all’inizio delle sessioni. Le persone che soffrono di PTSD possono diventare completamente presenti e vivere le loro vite come intendono.

EMDR per l’Ansia: Come Può Aiutare

Scopri come la terapia EMDR (Eye Movement Desensitization and Reprocessing) può essere una potente risorsa per affrontare …

Terapia EMDR Cosa è e Come Può Aiutarti

Scopri cos'è la terapia EMDR e come può migliorare il tuo benessere. La nostra guida ti aiuterà a capire se questa terapia …

Associazione EMDR Italia: Terapia efficace per il trauma

Cosa fa l'Associazione EMDr Italia a Milano? Come trovare un terapeuta EMDr a Milano ? Una breve guida